Luccasenzabarriere: “Da venerdì protesta a oltranza per i diritti dei disabili”

Ciao a tutti,

Il silenzio dell’amministrazione comunale è inaccettabile, non può ignorare così due petizioni che sono state sottoscritte da oltre 500 cittadini. Nei confronti dell’atteggiamento del Comune di Lucca. Da venerdì 3 maggio inizieremo, noi dell’associazione, una protesta pacifica a oltranza di fronte a Palazzo Orsetti fino a che non avremo una risposta formale dall’ente locale.

La nostra associazione ha deciso di fare ciò, visto che seguendo alla lettera la burocrazia, non siamo riusciti ad ottenere nessuna risposta, per dimostrare a tutti coloro che hanno sostenuto con le loro firme e la loro fiducia in noi, non ci fermeremo. Chiediamo nuovamente a tutti coloro che ci stanno sostenendo di sentirsi coinvolti in questa assurda indifferenza da parte del sindaco, colui che il 9 gennaio aveva promesso che avrebbe provveduto a darci delle risposte tempestive. Probabilmente il tema delle petizioni non sono interessanti e importanti rispetto ad altre argomentazioni. Ricordiamo che, il comune avrebbe dovuto dare risposte entro e non oltre i 30 giorni dal deposito delle firme (non ha rispettato i termini di Legge).

Sono passati oltre 90 giorni dalla consegna delle firme agli uffici comunali e a oggi non abbiamo avuto nessuna risposta ufficiale, nonostante i nostri ripetuti solleciti via pec. Negli ultimi mesi del 2018 l’associazione aveva raccolto oltre 500 firme per due petizioni. La prima chiedeva di introdurre nel Comune di Lucca gli stalli rosa per i neogenitori. È una proposta di buon senso che è già stata adottata da altri comuni della provincia. La seconda proponeva di rivedere la riassegnazione degli stalli auto per le persone disabili. Abbiamo già segnalato delle incongruenze nella revisione e in questi mesi ne sono emerse altre. Chiediamo che la commissione sociale riesamini la questione.

Il sindaco si deve prendere la responsabilità di dare una risposta agli oltre 500 cittadini che hanno sottoscritto le petizioni. Non può cadere tutto nel silenzio. Venerdì saremo dalle ore 9 di fronte al Comune per difendere i diritti dei disabili e dei neogenitori.

Chiediamo a tutti coloro che, sono interessati personalmente, (associazioni e cittadini) o chi abbia conoscenza, riguardo alle due tematiche di venire a sostenerci, perchè l’unione fa la forza.