Ciao a tutti,

Lunedì 24 settembre 2018 si svolgerà a Lucca un importante convegno che tratterà le problematiche giuridiche che una persona disabile affronta approcciandosi allo sport

Quali strumenti e quali barriere incontra una persona disabile quando si avvicina allo sport? Qual è lo stato attuale dell’arte in Italia e, più in particolare, in Toscana? Che cosa si può fare per affrontare le problematiche ancora esistenti? Sono solo alcuni degli interrogativi a cui si cercherà di rispondere lunedì 24 settembre 2018, quando si svolgerà a Lucca un importante convegno dal titolo “Disabilità e tutele giuridiche”. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione dei Giovani Avvocati di Lucca in collaborazione con la Fondazione Aiga Tommaso Bucciarelli e l’Associazione Luccasenzabarriere, si svolgerà dalle 14.30 alle 19.30 nella Sala Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca, in piazza San Martino 4. L’evento gode dei patrocini della Regione Toscana e del Comune di Lucca.

Campioni paralimpici come il plurimedagliato Stefano Gori, il pilota di motociclismo Stefano Mango e il velocista Andrea Lanfri interagiranno con autorevoli esponenti del settore, all’interno di un format che si propone di analizzare le problematiche relative alle persone diversamente abili sotto molteplici profili. Principalmente attraverso l’analisi dell’accesso dei diversamente abili al mondo dello sport: gli ostacoli che essi incontrano, le associazioni sportive, gli stanziamenti, le normative CIP, le finalità rieducative e relazionali. Si parlerà quindi dei profili relativi alle tutele giuridiche sia civili che penali a favore degli stessi sia a livello comunitario, che internazionale e italiano; verranno inoltre analizzate le tutele giuridiche esistenti per i familiari conviventi con i diversamente abili.

IL PROGRAMMA. Dopo la registrazione dei presenti alle 14.30, l’avvocato Mauro Domenici (presidente Sezione Aiga Lucca) introdurrà il convegno e sarà seguito dai saluti istituzionali di Marco Martorana (Vice presidente Fondazione Aiga Tommaso Bucciarelli) e Maria Grazia Fontana (Presidente Ordine Avvocati di Lucca). Interveranno quindi: Massimo Rolla (Foro di Perugia – Segretario Dipartimento Diritto Sportivo Fondazione Aiga Tommaso Bucciarelli) e, dopo un coffee break, Domenico Passalacqua (Presidente Associazione Luccasenzabarriere), Marco Pellizon (responsabile Sviluppo Ortopedia Michelotti), Barbara Matteoli (Centro Analisi Lamm), Sergio Martinelli (Vice presidente Atletica Virtus Lucca), Gianluca Orsi (Panathlon Club Lucca), e i campioni paralimpici Stefano Gori, Stefano Mango e Andrea Lanfri.

Tutelare la persona con disabilità prima, durante e dopo la pratica sportiva e far emergere la funzione sociale dell’avvocato che può rilevarsi una figura professionale di riferimento al fine di salvaguardare qualsiasi aspetto della vita quotidiana. Queste, sottolinea l’avv. Mauro Domenici, le tematiche al centro del convegno, a cui tutti i soggetti coinvolti aderiscono con entusiasmo. A partire da Luccasenzabarriere, come sottolinea il presidente Domenico Passalacqua: “La nostra associazione aumenta sempre di più il proprio impegno nel campo dello sport e disabilità, perciò abbiamo risposto positivamente a questa iniziativa e ringraziamo gli atleti che saranno presenti e gli sponsor che contribuiscono, ovvero Michelotti Ortopedia, Laboratorio 6 di Massimiliano Pisani, L’effetto di Fabio Fornaini  e il Centro Analisi Lamm”.

Ogni occasione – afferma invece Sergio Martinelli dell’Atletica Virtus Lucca – è importante per far conoscere i diritti delle persone disabili, non solo ai diretti interessati e se l’obiettivo principale resta il coinvolgimento della società civile in generale, un radicale cambio di rotta deve venire  dalle Autorità preposte, a tutti i livelli, affinché sia garantita a ciascuna persona la possibilità di vivere la propria vita indipendentemente da eventuali disabilità”. Se la dott.ssa Barbara Matteoli del Centro Analisi Lamm affronterà il tema del laboratorio nella prevenzione e gestione della disabilità, il presidente del Club Panathlon Lucca Arturo Guidi, ricorda il Progetto “Un Ostacolo per Amico”, di cui si parlerà durante il convegno, come qualcosa  “da realizzare in prima battuta con le scuole Medie e Superiori. Il progetto è rivolto ai diversamente abili e ai normodotati e si propone di promuovere processi d’integrazione e inclusione sociale utilizzando il canale piacevole e aggregante dell’attività sportiva”.